Gli Spazzi, una lunga dinastia di artisti

Storia di una famiglia e delle sue opere, dalla Val d’Intelvi alle corti d’Europa e infine a Verona

Origini della famiglia

Una famiglia che attraversa i secoli, un filo rosso che lega i suoi componenti: la capacità di lavorare la pietra, come ingegneri, architetti, scultori, decoratori o semplici scalpellini, marmorari insomma, uniti da una passione per l’arte che prende origine nella terra natale, da quella Val d’Intelvi dove questa storia è iniziata e si è dipanata. Una storia che attraversa i confini, nella quale passa di padre in figlio una grande abilità manuale, una sapienza tecnica e un gusto artistico le cui tracce compaiono in una vasta aerea che va da Genova fino giù in Sardegna, e poi scavalca le Alpi e si incontra in tantissime città da Vienna a Praga, fino a Budapest, Varsavia e in Russia. Lungo la val Padana, da Como a Cremona e Brescia, le opere lasciate da qualcuno di nome Spazzi compongono un percorso che raggiunge Verona.

News ed Appuntamenti

  • Locandina Antichità Savi copia

Presentazione pubblicazioni e attività ass. Mario Salazzari

6 aprile 2018 – ore 18
Antichità Savi – vicolo Stella 5

Presentazione dei libri:

Eroi […]

  • 22366643_1734435833518636_8063518967068119709_n

Presentazione nuove pubblicazioni sulla Scultura Veronese

10 novembre 2017 – ore 17
Biblioteca Civica di Verona, via Cappello 43- sala Teologia

[…]